RASSEGNA STAMPA

L'avvocato scende dalla piramide

Cinque caratteristiche, come le dita della mano. «Tutte insieme danno vita a uno studio legale più efficiente, produttivo e competitivo, in grado non solo di resistere alla crisi, ma di svoltare e puntare diritti alla crescita». Parole che hanno il volto rassicurante di José Paulo Graciotti. Brasiliano di origine italiana, in tasca ha una laurea in ingegneria civile e da 30 anni si dedica alla ristrutturazione di studi legali. Oggi è consulente e scrittore. Perché se è vero, come diceva Charles Darwin, che «non è il più forte a sopravvivere e neppure il più intelligente, ma il più aperto al cambiamento», l'avvocato di un futuro sempre più prossimo non ha altra scelta e per non soccombere deve puntare sulla governance strategica.

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive