RASSEGNA STAMPA

Il socio di capitale piace. Anzi no

LA LEGGE DI STABILITÀ / Faccia a faccia tra Maurizio De Tilla (Oua) e Giovanni Lega (Asla)

Avvocatura istituzionale e studi legali d’affari sono sempre stati agli antipodi sull’ingresso del socio di puro capitale. Un rischio di ingerenza di «poteri forti» per i primi, un’opportunità per i secondi. Lo scontro va avanti da anni, con le varie riforme della professione forense messe a punto dall’avvocaturapuntualmente bocciate dagli avvocati d’affari, in particolare per quello che riguarda la disciplina delle società professionali, considerata non adeguata alle sfi de che impone la concorrenza internazionale da ormai 15 anni.

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive