PRIMO PIANO

Al servizio dell'avvocatura

Non solo: in questo caso si fa riferimento pure a interventi di medicina preventiva; polizze di assistenza per lunga degenza, premorienza e infortuni (trattamenti che possono essere attuati mediante convenzioni o stipulando una polizza collettiva); convenzioni per l’attivazione di prestiti ipotecari vitalizi; contributo per spese di ospitalità in case di riposo pubbliche o private per anziani, in istituti per malati cronici o lungodegenti; contributo per le spese sostenute per l’assistenza infermieristica a domicilio a causa di malattie o infortuni di carattere acuto e temporaneo. Sono beneficiari del trattamento assistenziale gli iscritti alla Cassa e i titolari di pensione a carico della Cassa.
Infine, ci sono le prestazioni a sostegno della professione. Questa tipologia va suddivisa in tre sottogruppi: iniziative in favore di tutti gli iscritti; iniziative in favore dei giovani e iniziative in favore degli avvocati iscritti attivi alla Cassa, percettori di pensione di invalidità. Per quanto riguarda le iniziative in favore di tutti gli iscritti, si tratta di: assistenza indennitaria; convenzioni stipulate al fine di ridurre i costi e agevolare l’esercizio della professione; assistenza in caso di catastrofe o calamità naturale; agevolazioni per accesso al credito, anche mediante la cessione del quinto della pensione; agevolazioni per la concessione di mutui; contributi o convenzioni per la fruizione di asili nido e scuole materne e ogni altra iniziativa finalizzata a conciliare al meglio l’attività lavorativa con gli impegni familiari. Per quanto riguarda gli interventi in favore dei giovani, si tratta di: agevolazioni per l’accesso al credito finalizzato all’avviamento dello studio professionale o per la costituzione di nuovi studi associati o società tra professionisti; corsi di formazione; borse di studio per l’acquisizione di specifiche competenze professionali, del titolo di specialista e di cassazionista. Per quanto riguarda le iniziative in favore degli iscritti attivi che percepiscono pensioni di invalidità, infine, si tratta di contribuzione erogata con l’intento di attenuare le difficoltà connesse all’esercizio della professione.

Informazioni aggiuntive