RASSEGNA STAMPA

Nuova disciplina per gli avvocati

Nuovo sistema disciplinare per gli avvocati. Sono stati pubblicati ieri, nella sezione dedicata del sito web del Consiglio nazionale forense, i regolamenti attuativi della legge forense che disciplinano l'elezione dei componenti dei Consigli distrettuali di disciplina (n. 1/2014) e il procedimento disciplinare (n. 2/2014). Il primo, che stabilisce anche i termini per le prime elezioni, entrerà in vigore il prossimo 15 aprile, mentre il nuovo procedimento disciplinare scatterà dal 1° gennaio 2015.

Tra le novità, l'esclusione, dalle sezioni giudicanti, dei consiglieri provenienti dal consiglio dell'ordine di appartenenza dell'incolpato. Entriamo nel dettaglio. Il nuovo sistema disciplinare. Il nuovo processo disciplinare, secondo il Cnf, sarà all'insegna dell'imparzialità e del buon andamento dell'azione amministrativa. Il regolamento, dopo aver stabilito i criteri di determinazione della competenza e i casi di astensione e ricusazione dei giudici disciplinari, disciplina il procedimento, che si snoda nelle fasi istruttoria preliminare, istruttoria, dibattimentale e decisionale. Il consigliere istruttore, responsabile della fase pre-procedimentale, deve completare l'attività istruttoria entro sei mesi dall'iscrizione della notizia di illecito disciplinare. Contro la decisione disciplinare è ammesso ricorso al Cnf nel termine di 30 giorni dalla notificazione, da parte dell'incolpato, del Consiglio dell'ordine di appartenenza, del procuratore della repubblica, del procuratore generale presso la Corte d'appello. Decorsi i termini per l'impugnazione senza che questa venga presentata, la decisione è esecutiva a cura del Consiglio dell'ordine di appartenenza. Il regolamento disciplina anche alcuni poteri ispettivi in capo al Cnf, «per favorire il più ampio e corretto esercizio della potestà disciplinare». Elezioni dei componenti. Il regolamento n. 1/2014 disciplina le operazioni elettorali e stabilisce anche i termini per le prime elezioni in modo che i Consigli di disciplina siano pienamente operativi dal primo gennaio 2015. Ogni Coa potrà eleggere esclusivamente i propri iscritti, che con gli altri provenienti dagli altri Consigli dell'ordine costituiranno l'organismo amministrativo disciplinare su base distrettuale.

Informazioni aggiuntive