PRIMO PIANO

Nuovo Comitato dei Delegati

Trascorsi tre mesi dalla conclusione delle votazioni per il rinnovo del Comitato dei Delegati, sono stati oramai ultimati anche i successivi adempimenti previsti dal vigente Regolamento elettorale.
Giova rammentare che, prima delle operazioni di voto, contro i provvedimenti delle commissioni elettorali istituite presso i Consigli dell'Ordine e contro i provvedimenti della commissione elettorale del collegio si poteva proporre reclamo entro il 15° giorno precedente l’inizio delle votazioni.

Tale reclamo andava indirizzato alla commissione elettorale d’appello che aveva obbligo di decidere, pur senza formalità di procedura ma motivatamente, entro tre giorni dalla sua presentazione.
Ora, chiuse le urne e verificati i risultati, residua esclusivamente la possibilità di censurare le sole violazioni relative alla segretezza del voto, alla conformità delle schede elettorali, alla registrazione del voto nell’elenco degli elettori di ciascun Ordine ed alle modalità di espressione del voto (art. 4 comma 12 R.E.), nonché alla mancata osservanza delle norme disciplinanti lo spoglio delle schede e la redazione dei verbali (art. 4, comma 13 R.E.).
Mentre scriviamo sta decorrendo il termine per la proposizione delle doglianze avverso eventuali irregolarità riscontrate nel limitato ambito appena sopra descritto, che dovranno essere presentate alla Commissione Elettorale Centrale (C.E.C.).
Quest’ultima, presieduta dall'Avv. Antonio Giorgino e composta dagli Avv.ti Carlo Allorio, Giovanni D'Innella, Luigi Medugno e Antonio Francesco Rosa, è stata nominata dal Presidente della Cassa con provvedimento del 17 ottobre 2013, a quasi un mese di distanza dalla chiusura dei seggi.
Chi abbia particolare dimestichezza con la normativa interna al nostro Ente potrebbe immediatamente obiettare che la nomina della C.E.C. sia avvenuta con forte ritardo, posto che il 1° comma dell'art. 4 del R.E. stabilisce che il Presidente della Cassa, entro 5 giorni dall’indizione delle elezioni (datata 4 febbraio 2013), deve avvisare il Consiglio Nazionale Forense e il Ministero della Giustizia ai fini della designazione dei membri di rispettiva competenza della Commissione Elettorale Centrale, significando che tale designazione debba avvenire entro 15 giorni dalla ricezione dell'avviso.

Informazioni aggiuntive