RASSEGNA STAMPA

Il rimborso spese è automatico

Il rimborso forfettario delle spese generali (nella specie ai sensi dell'art. 1, comma 2, del dm n. 140 del 2012) compete automaticamente al difensore anche in assenza di allegazione specifica e di apposita istanza. Quest'ultima deve ritenersi implicita nella domanda di condanna al pagamento degli onorari giudiziali che grava sulla parte soccombente.

E con la sentenza del 30 maggio 2018, n. 13693 che la corte di Cassazione civile, sezione I civile, si pronuncia sulla spettanza automatica del rimborso forfettario delle spese generali di giustizia di competenza dei legali. Le spese generali sono riconosciute all'avvocato per legge.

I giudici di Cassazione ricordano che l'articolo 13, comma 10, della legge numero 147/2012, stabilisce che «oltre al compenso per la prestazione professionale, all'avvocato è dovuta, sia dal cliente in caso di determinazione contrattuale, sia in sede di liquidazione giudiziale, oltre al rimborso delle spese effettivamente sostenute e di tutti gli oneri e contributi eventualmente anticipati nell'interesse del cliente, una somma per il rimborso delle spese forfetarie». La previsione legale del rimborso forfettario del 15% comporta, quindi, il diritto ad ottenere tale somma anche a prescindere da un'esplicita indicazione delle stesse in sentenza.

Quando si parla di spese generali i giudici fanno riferimento ad esempio, alle numerose stampe e fotocopie effettuate dal legale per partecipare ai processi, alle spese di cancelleria, a quelle per reperire il materiale per studiare la questione giuridica e così via. La mancata liquidazione in favore dell'avvocato della parte vittoriosa delle somme dovute per spese generali costituisce un errore materiale della sentenza, che pub essere corretto con il procedimento di cui agli articoli 287 e seguenti cod. proc. civ , in quanto l'omissione riguarda una statuizione di natura accessoria e a contenuto normativamente obbligato, che richiede al giudice una mera operazione tecnico-esecutiva, da svolgersi sulla base di presupposti e parametri oggettivi.

Da Italia Oggi del 30/08/2018

Informazioni aggiuntive