INTERVENTI

Cassa Forense sigla un’intesa con il Fondo Europeo per gli Investimenti

Cassa Forense sigla un’intesa con il Fondo Europeo per gli Investimenti per intervenire insieme a supporto della crescita delle piccole e medie imprese europee. Il progetto prevede la partecipazione di Cassa Forense in qualità di “Anchor Investor” in un fondo di fondi organizzato e gestito dal FEI che abbia l’obiettivo di selezionare le migliori strategie a livello europeo nell’investimento in piccole e medie imprese (cioè quelle sotto i 500 dipendenti le piccole e fino a un massimo di 3.000 dipendenti le medie) e nell’iniziative di venture capital.

Il Fondo Europeo per gli Investimenti è una istituzione europea che nasce nel 1994 su iniziativa della BEI (Banca Europea per gli Investimenti) con lo scopo di agevolare e sviluppare il tessuto economico – industriale dell’Unione Europea. Il modo migliore per adempiere pienamente a tale compito è quello di selezionare i migliori gestori di fondi che investono direttamente nelle imprese (fondi di Private Equity) e di collaborare con tali gestori alla ricerca della migliore efficienza dell’organizzazione del processo d’investimento. Per svolgere la sua funzione il FEI si è dotato di una struttura importante che ormai raggiunge le cinquecento unità, di cui oltre la metà dedicate alla parte di selezione, tutti concentrati nella sede di Lussemburgo. Tra gli azionisti del fondo, oltre la BEI che mantiene ad oggi la maggioranza delle quote (con il 59,8%) e la Commissione Europea (con il 28,1%) vi sono alcune importanti istituzioni finanziarie con sede in uno degli stati membri dell’Unione Europea (con il restante 12,1% complessivo), tra cui, per l’Italia, la Cassa Depositi e Prestiti e Banca Intesa. Il Presidente Luciano e il Consiglio di Amministrazione hanno quindi incontrato i vertici del FEI, l’amministratore delegato Pier Luigi Gilibert (italiano di origini piemontesi), per sottoscrivere un protocollo d’intesa che consenta alle due Istituzioni di cooperare nella messa a punto dei piani strategici e di sviluppo che avranno come obiettivo l’investimento in fondi che andranno a finanziare le piccole e medie imprese europee. La firma dell’accordo c’è stata lo scorso 7 giugno nella sede di Cassa Forense. Nunzio Luciano ha voluto far rilevare che tali iniziative sono importanti perché consentono di rendere ancor più incisive le iniziative di Cassa Forense a sostegno dell’economia, mantenendo e rafforzando allo stesso tempo gli obiettivi di redditività e sostenibilità dell’Ente.

Informazioni aggiuntive