RASSEGNA STAMPA

Autonomi, ddl verso il sì finale

Taglia il nastro della commissione lavoro del senato senza correzioni (rispetto alla versione licenziata dai deputati) il disegno di legge sul lavoro autonomo e lo «smart working» (2233-B). E, con l' approdo presto in aula per la votazione finale, si avvicina l' introduzione nel nostro ordinamento di inedite protezioni sociali e di sostegni allo sviluppo dell' attività per i liberi professionisti.

La blindatura del provvedimento, a palazzo Madama in terza lettura, era stata anticipata dal presidente dell' organismo parlamentare e relatore del testo Maurizio Sacconi (EI) che, nel giorno in cui erano state depositate 58 proposte di modifica, prevalentemente su iniziativa delle opposizioni, aveva chiarito che la staffetta parlamentare si sarebbe conclusa, e che non sarebbero stati apportati ulteriori ritocchi (si veda anche ItaliaOggi del 29 marzo 2017). Conferito ieri il mandato al relatore, dunque, affinché riferisca in assemblea sui contenuti del ddl, si attende di conoscere la data dell' avvio delle votazioni. Come ricordato dal numero uno dell' XI commissione, le norme irrobustiscono «le tutele per i lavoratori autonomi, così come viene rafforzata la capacità competitiva di tutte le libere professioni, attraverso incentivi all' autoformazione, regole per la concorrenza, semplificazioni negli adempimenti, riduzione della pressione fiscale, possibilità per le attività controllate dagli ordini di svolgere funzioni pubbliche», che verranno individuate dal governo, esercitando una delega. Quanto, poi, alle Casse previdenziali private e privatizzate «potranno sviluppare prestazioni sociali complementari», ha sottolineato; si tratterà di servizi integrativi, finanziati da apposita contribuzione, orientati a sostenere gli iscritti che hanno subito riduzioni del reddito per motivi involontari, o sono stati colpiti da gravi malattie. Accolto, infine, dall' esecutivo un ordine del giorno del relatore, con il quale lo si impegna ad emettere «una robusta circolare sull' adattamento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza al lavoro agile».

da Italia Oggi del 06/04/2017

Informazioni aggiuntive