FOCUS

Nasce l'Organismo Congressuale Forense

Il XXXIII Congresso Forense di Rimini ha decretato la fine dell’esperienza OUA, alla fine di un percorso lungo ed articolato, partito ancora col precedente  Congresso Forense di Venezia. Inizia a muovere i primi passi il nuovo Organismo che presenta alcune novità importanti:

  • innanzitutto la possibilità per i componenti dei Consiglio dell’Ordine di farne parte, facendo venir meno l’incompatibilità prima prevista per l’OUA. Questa rilevante innovazione pone fine alle dispute che sino a Rimini avevano gravemente nuociuto all’Avvocatura frenandone l’unitarietà, aumentando le divisioni interne e vanificandone l’azione politica. Inoltre saranno ampliate le risorse dell’Organismo, non solo personali ma anche aggiungendo la possibilità del ricorso a quelle istituzionali a livello locale  (gli Ordini circondariali saranno i primi soggetti impegnati nel portare avanti a livello locale le proposte condivise dell’Avvocatura in sede Congressuale e non l’azione dell’OCF);
  • il riconoscimento al Congresso Forense della centralità nell’azione politica dell’Avvocatura; non deve essere intesa come un limite per il nuovo Organismo, ma è una ricchezza che semmai accresce la forza della azione politica di OCF alla luce dei deliberati Congressuali;
  • l’introduzione della figura del Coordinatore che consente di attribuire all’Organismo nella Sua interessa il potere decisionale.
  • l’attività di OCF sarà svolta in costante confronto con il CNF (con cui peraltro ricordo deve agire “di concerto”), con la Cassa Forense e con e Associazioni forensi, sia generaliste che specialistiche. Sarà necessario, infatti, non ripercorrere gli errori del passato e cercare il coinvolgimento di tutte le componenti dell’Avvocatura per costruire una rappresentatività che sia unitaria nei fatti, nelle idee e, al contempo, rispettosa delle competenze, dell’autonomia e dei ruoli altrui. Lo sforzo compiuto per far convergere le differenti posizioni, ponendo sempre al centro dell’azione i deliberati del Congresso Forense, darà all’Avvocatura ed all’OCF la necessaria autorevolezza e forza per interloquire efficacemente con le forze politiche.

Informazioni aggiuntive