DIRITTO E PREVIDENZA

Legge di Stabilità 2017: la ricongiunzione sarà gratuita? Ma riguarderà i Liberi Professionisti?

Il Consiglio dei Ministri  il 15 ottobre u.s.  ha approvato le linee guida della nuova manovra finanziaria.
Uno dei più importanti argomenti riguarda la mini riforma previdenziale, nello specifico oltre la c.d. APE (una sorta di finanziamento concesso ai lavoratori per andare in pensione, con restituzione graduale nel tempo del credito accordato) e le agevolazioni varie per i lavoratori impegnati in attività usuranti, anche la ricongiunzione non onerosa dei periodi assicurativi dovrebbe avere impegnato l’Esecutivo.

Con la riforma Fornero, che ha aumentato il numero degli anni utili per la pensione anticipata, la necessità di riunificare i contributi versati in diverse gestioni previdenziali  è diventato un problema impellente  da parte di molti lavoratori che, anche,  a causa delle difficoltà del mondo del lavoro, si trovano a dover fare i conti con il recupero di “frammenti” di attività lavorative da ricongiungere, molto spesso con notevole esborso di denaro.
Su questo ultimo punto siamo in attesa di conoscere se oltre il cumulo gratuito siano stati adottati provvedimenti volti a rendere la ricongiunzione gratuita al pari della totalizzazione  che si ricorda viene liquidata con il sistema di calcolo contributivo.  
Ma la ricongiunzione perché è così onerosa?
Cosa  accade nel sistema previdenziale Forense?
Con la legge n. 45/1990 anche ai liberi professionisti è consentito di far confluire tutti i contributi versati presso altre gestioni previdenziali nella  Cassa cui risultano iscritti. Ciò al fine di  conseguire un unico trattamento previdenziale che spetterà al momento del pensionamento che potrà farsi valere al  possesso dei requisiti  previsti dalla gestione cui risultano iscritti.
Nel 2016 Cassa Forense garantisce il pensionamento per “vecchiaia” all’avvocato  con 67 anni di età e almeno 32 di versamenti contributivi, mentre per l’ “anzianità” occorrono 60 anni di età, 38 di versamenti contributivi e la cancellazione dagli Albi professionali.

Informazioni aggiuntive